Pulizie di casa

La cicogna bianca è un imponente trampoliere dal collo lungo che possiamo vedere mentre nidifica su pali della luce o apposite piattaforme costruite dall’uomo per renderle facile la riproduzione, mentre una volta era solita nidificare sugli alberi o al massimo sui campanili delle chiese. Normalmente ritorna nello stesso nido, essendo una specie molto legata al luogo dove ha già covato, ma prima di iniziare la cova vera e propria, rimette a nuovo il vecchio nido e lo difende dalla concorrenza delle altre cicogne. Si nutre di rane, lombrichi, granchi, insetti, serpenti e anche topi. Cerca il cibo in superfici aperte umide o asciutte, ma con vegetazione bassa, oppure in acque poco profonde dove pesca piccoli animali. La si può vedere anche mentre rincorre aratri che le danno modo di trovare più facilmente larve venute allo scoperto e giovani topi. Particolare il suono che emette, prodotto da un forte battito col becco. Suono usato in particolar modo come rituale dall’adulto di rientro nel nido che saluta il proprio partner.

.

 

.

E’ arrivata la laurea!! Che felicità!!

.
Tatiana
.

Dopo mesi di caos, libri sparsi, traduzioni dall’inglese e tanto altro ancora, finalmente è arrivato il 30 Giugno 2016. Tatiana si è laureata, notare la felicità che sprizza in questa foto…..

Difficilmente inserisco foto che ritraggono la mia vita, la mia famiglia, ma questa dovevo farvela vedere, l’espressione di Tatiana è tutto un programma. Tutti quelli che l’hanno vista si sono fatti delle grandi risate, impossibile dar loro torto…. ^___^

 

cornicetta

 

E per la serie, ogni tanto ritornano, eccomi di nuovo nel blog. Auguro a tutti una splendida estate.

A presto, Patrizia

.

Sguazzando nei canali di Comacchio

.

.
Ormai è normale vedere, lungo i canali di Comacchio, gruppi di anatre che “passeggiano”. In queste foto sono tutte femmine, ma ci sono anche coppie con i piccolini, gruppi di maschi e gruppi misti. Sono ormai abituate all’uomo ma però sempre diffidenti e non si fanno avvicinare facilmente, ma se allunghi loro qualche cosa da mangiare allora si avvicinano di più e si possono fotografare senza problemi. Capita anche di vederle passeggiare sui bordi dei canali, con la loro andatura ondeggiante tanto simpatica, alcune si avvicinano anche alle vetrine dei bar perché sanno che qualche bocconcino lo rimediano sempre, soprattutto se ci sono bambini, ma anche dagli adulti. Quando poi iniziano tutte insieme a “cantare” è divertente, sembra che si facciano delle grandi risate ahahah, troppo forti, a me piacciono tantissimo.
In questa occasione, mentre scattavo le foto è uscito un serpentello dei canali, non lo si vede molto bene, la foto è un po’ sfocata perché era lontano ma soprattutto perché si spostava molto velocemente per nascondersi, ma in qualche maniera ho “beccato” anche lui.

.

Il pranzo è servito…

ragno e preda

 

Questo piccolo ragno si è procurato un pranzo luculliano. Incredibile come riusciva a trascinare la vespa catturata con tanta facilità, nonostante la differenza di mole!! Per un attimo non sono riuscita a capire chi era la preda, pensavo che la vespa avesse ucciso il ragno, ma mi sono sbagliata e parecchio anche. Quando mi sono avvicinata ho visto che era l’esatto contrario!!