Archivio tag | pulcino

Serena Pasqua

.

Pulcini Buona Pasqua

.

Con tutto quello che sta succedendo, sembra quasi offensivo e da menefreghista fare gli Auguri per la Santa Pasqua come se niente fosse accaduto. Questi Auguri sono la speranza che vive in me affinché ci possa essere serenità tra i popoli, le religioni, le razze. Auguri di Pace a Tutti.

Patrizia M.

Calimero – circa due mesi dopo la nascita

Dopo circa due mesi dalla sua nascita, siamo tornati da Calimero che era stato riportato in campagna quando già certi che era riuscito a sopravvivere e non correva più rischi! Come ci aspettavamo è molto cambiato, ovviamente è cresciuto, ma con tanta sorpresa da parte nostra, ci ha riconosciuti e si è fatto coccolare come se nulla fosse cambiato.

.
Calimero 1
.
Calimero 2
.
Calimero 3
.
Calimero 4

.

Calimero 5
.

Calimero 2

Calimero ha superato il suo secondo giorno di vita. Ha iniziato a mangiare ed è molto vivace e vispo. Però caspita, non pensavo che un solo pulcino facesse così tanta confusione con il suo pigolare, non smette un attimo, a parte quando dorme. Umm sarà una lotta dura, ma intanto è iniziata bene per fortuna. Grazie a tutti per gli auguri che avete lasciato! Saluti, Pat

.
DSCN6747
.
DSCN6738
.
DSCN6745
.

Calimero

.
Calimero è nato ieri mattina all’incirca verso le 12,00, nonostante la madre avesse smesso di covare le uova da alcune ore. Ma lui nonostante tutto ha lottato ed è riuscito a nascere, il problema è che nessuna chioccia si è voluta occupare di lui, anzi metterglielo vicino era pericoloso, perché avendo già altri pulcini, potevano ucciderlo. Sembrava che per lui non ci fosse futuro, abbandonato già prima di nascere e allontanato da tutti. E qui arrivo io, che testarda come un mulo, riesco a convincere il proprietario delle galline ad affidarmi il piccolo appena nato, infatti era ancora bagnato quando lo abbiamo trovato. Una volta arrivata a casa, ho subito cercato di riscaldare Calimero che poco alla volta ha aperto gli occhietti e ha iniziato a pigolare. Si è cercato un posticino caldo vicino a me e poi si è quietato. Durante la notte perché, non soffrisse il freddo, lo abbiamo avvolto in una maglietta e poi gli abbiamo messo accanto un pupazzo che è anche borsa dell’acqua calda. Ha gradito molto e se si provava a spostargliela, subito cercava di rimettersi sotto al peluche caldo!! Ora tutto dipende da lui, se avrà voglia di lottare ancora per vivere e quindi iniziare a mangiare per poter crescere. Spero proprio che ci riesca, anche se cerco di non illudermi, perché so già che se Calimero non ce la farà io ci resterò malissimo.
.
CALIMERO 1
.
CALIMERO 2

.