Archivio tag | danza

Come una danza…

.
danza 1
.
danza 2
.
danza 3
.
danza 4
.
danza 5
.

Pubblicità

“A van la vacie 2015”

.

Anche  quest’anno a Comacchio si è svolto lo spettacolo ” A van la Vacie”, organizzato dall’Associazione i “Marasue” (Semi di Girasole) con a fianco il gruppo dialettale “Al Batal” e la partecipazione de  “La Grande Burla” e “La Bottega degli Artisti” di Sara Parmiani.

Tra realtà e sogno viene raccontata la storia di una ragazzina che non contenta dei regali ricevuti si lamenta con il nonno che cerca di farle capire che non sempre si può avere tutto e le racconta anche che quando era bambino lui ci si accontentava di quello che la Befana poteva portare.  Mentre il nonno racconta la bambina si addormenta e viene proiettata in un mondo fantastico, dove, accompagnata da un gruppo di soavi e leggiadri angeli danzanti,  incontra i Re Magi che sono in compagnia di un suo pupazzo vestito da indiano che ha preso sembianze umane.

Giochi pirotecnici, mangiatori di fuoco e giochi di luci allietano il sogno e proprio in questo momento arriva  la Befana che la saluterà con un bacio, mentre è ancora addormentata,  per poi andarsene salutando tutti e dando il via allo spettacolo finale di fuochi d’artificio e al rogo che conclude la serata.

.

Il Signor Svasso e famiglia

.
Svasso è il come comune di alcune specie di uccelli dell’ordine dei Podicipediformes.
.
_DSC6929

.

Gli svassi sono uccelli esclusivamente acquatici,  mediocri volatori  ma ottimi tuffatori. Hanno i piedi lobati (con membrane separate lungo ciascun dito) e sesso morfologicamente simile.  Lo svasso maggiore (Podiceps cristatus), è il più grosso della specie e si riconosce facilmente perché in  primavera  in entrambi i sessi  vi è la presenza di ciuffi auricolari neri molto sviluppati, pennacchi castano-rossicci ai lati della testa, con parti inferiori del collo e del corpo quasi bianche. Durante l’ inverno invece la faccia è quasi bianca e gli ornamenti del capo sono fortemente ridotti o  appena accennati. Il dorso è di colore grigio bruno.

Eseguono complicate cerimonie per la  parata nuziale. L’incontro tra il maschio e la femmina avviene dopo la fase di riconoscimento, tramite l’emissione di richiami che dichiarano l’intenzione di formare la coppia. Una volta vicini, uno dei due  si solleva e in posizione eretta esegue una breve danza , che viene assecondata dal partner in attesa col collo abbassato e le ali semidistese ; si fronteggiano scuotendo spesso  la testa col ciuffo eretto e innalzando grida. Segue poi la fase delle offerte: entrambi si tuffano in cerca di cibo e riemergono con il becco colmo di alghe che a vicenda si offrono  in modo  spettacolare con il corpo completamente eretto e con spostamenti veloci.

.

_DSC6930

.

Tutti gli svassi costruiscono nidi galleggianti, che sono ancorati in qualche modo alla vegetazione di riva e sono composti da accumuli di  materiale con dimensioni sufficienti all’isolamento perfetto delle uova dall’acqua.  Tra aprile e giugno la femmina depone da due a sei uova biancastre, che cova insieme al maschio  per 27-29 giorni. Se lo svasso abbandona  momentaneamente il nido, provvede sempre a nascondere le uova dalla vista di eventuali predatori, coprendole con pezzi di materiale vegetale. Entrambi i genitori assolvono alle cure parentali.

I pulcini, che fin dal primo giorno sono in grado di nuotare e tuffarsi, abbandonano presto il nido, anche se vengono trasportati per i primi tempi nelle tasche delle ali sul dorso degli adulti, in modo da ridurne la vulnerabilità.

.

.