Archivi

Sacca degli Scardovari

La Sacca degli Scardovari è una grande laguna del Delta, uno specchio d’acqua molto vasto tra le foci del Po di Gnocca e del Po delle Tolle, in provincia di Rovigo (Regione Veneto).

Sacca degli Scardovari

Sacca degli Scardovari

 

Qui trovano l’habitat ideale  molluschi come cozze e vongole, infatti è uno dei luoghi dove vi è uno dei più intensi allevamenti.  Percorrendo la strada che costeggia la Sacca. si possono osservare le varie fasi dell’acquacoltura.

coltivazione molluschi

La zona è anche bellissima da percorrere in bicicletta e trascorrere una bella giornata serenamente in mezzo alla natura.

Per maggiori informazioni clicca QUI

Pubblicità

Le mummie di Urbania

.
Urbania è un piccolo comune della provincia di Pesaro-Urbino. Conosciuta con il nome di Casteldurante, cambiò  denominazione in quella attuale in onore di Papa Urbano VIII.  È divisa in quattro quartieri (Porta Parco, Porta Cella, Porta Vecchia, Porta Nuova) e presenta nel nucleo storico costruzioni di vari periodi. Fra tutte emerge la vasta mole del Palazzo Ducale (sec. XV-XVI), già appartenuto ai Brancaleone, primi feudatari di Casteldurante, oggi sede della Biblioteca Comunale, degli Archivi Storici, del Museo Civico e del Museo della Civiltà Contadina.

Fra gli edifici sacri vanno ricordate la rinascimentale Chiesa del Corpus Domini, la barocca Chiesa di S.Caterina, la settecentesca Chiesa di S.Francesco e la coeva Cattedrale con annesso Palazzo vescovile, oggi sede del Museo Diocesano. Celebri in tutto il mondo sono le antiche ceramiche di Casteldurante, prodotte dagli abili maiolicari  che, favoriti dalla corte roveresca, poterono giovarsi della collaborazione di pittori famosi, dando vita al genere dello ‘Istoriato’ che ha reso celebri Maestri come Zoan Maria, Simone da Colonella, i Dolci e i Fontana, insieme con Cipriano Piccolpasso, autore del trattato “Li tre libri dell’arte del vasaio” (1548).

Urbania è anche conosciuta per la Chiesa dei Morti con il bel portale gotico

Portale Gotico Chiesa dei Morti

e il macabro ‘Cimitero delle mummie’, dove sono esposti i 18 corpi mummificati naturalmente, infatti sono stati ritrovati intatti al momento della riesumazione.    Qui   i particolari.

.

1 Il fornaio e la donna morta di parto

Il fornaio e la donna morta di parto cesareo

.

2 Il sepolto vivo

L’uomo sepolto vivo a causa di una morte apparente e che si risvegliò nella tomba

.

3 l'impiccato e l'accoltellato

L’impiccato e il giovane che fu accoltellato in una veglia danzante

.

4 Giovane accoltellato

Il giovane accoltellato

.

5 Priore Vincenzo Piccini vestito con la tunica bianca e nera della cerimonia funebre

Il Priore Vincenzo Piccini

.

San Marino – Museo all’aperto

.
Museo all’aperto giardino Cava dei Balestrieri
.

Cava dei Balestrieri