Quando la natura non è poesia

.
delfino-spiaggiato

.
Domenica di sole, la voglia di stare all’aria aperta e la scelta di fare una bella camminata in riva al mare, cosa che cerco di fare ogni volta che il tempo lo permette. Con me l’immancabile macchina fotografica, qualche foto al mare, ai gabbiani, ai cani che si divertono tantissimo a correre nell’acqua oppure a raccogliere bastoncini tirati dai proprietari o palle da golf tirate dal bambino-amico che si diverte con loro. Le immancabili conchiglie vuote sulla riva, i tantissimi pezzi di legno portati dalle mareggiate, alcune persone che pescano e altre che fanno la loro passeggiata approfittando del sole riapparso dopo diversi giorni non proprio belli.
.
Ma lungo il percorso la triste scoperta, un delfino e una tartaruga che si sono spiaggiati e hanno trovato la morte. Forse da alcuni giorni, ma non molti, perché non sono ancora completamente in decomposizione o straziati dai gabbiani che si fiondano su tutto quello che è possibile mangiare. Però non mancano i segni del loro passaggio e quelli probabilmente lasciati dai tentativi di liberarsi e poter riprendere il mare. Ma non ci sono riusciti e sicuramente dopo aver agonizzato la morte ha messo fine al loro strazio.
Non amo fare queste foto, ma non ho resistito, perché anche questo fa parte della vita e fotografare solo le cose belle sarebbe troppo facile e piacevole, quindi sono partiti gli scatti e anche qualche lacrima e la tristezza nel cuore.
.
tartaruga-spiaggiata
.

Annunci

37 thoughts on “Quando la natura non è poesia

  1. Questo mi rattrista, Pat, ma mi ricorda che quando vediamo uccelli che volano o pesce (e di mammiferi marini), nuoto e desiderare la loro libertà, che la loro non è la vita facile immaginiamo che sia.
    This saddens me, Pat, but it reminds me that when we see birds flying or fish (and marine mammals) swimming and covet their freedom, that theirs is not the easy life we imagine it to be.

  2. La natura non è poesia, a volte è difficile,
    povero delfino, tartaruga e poveri, ma penso
    che l’uomo ha una parte di responsabilità per la loro morte …. 😦
    Vi auguro una bella serata, cara Pat.
    Saluti. Hervé

    • Penso anche io che in parte sia colpa dell’uomo, una delle cause pensano sia l’uso dei sonar che li disturba e gli fa perdere l’orientamento.
      Buona serata a te carissimo Hervé.
      Ciao, Pat

  3. … in autunno e inverno quando andiamo spesso a Rosolina mare, vediamo tanti animali morti sulla spiaggia .. Tatanka piange sa anche lei che cos’è la morte… purtroppo fa parte della vita 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...