Pas de deux…

.

.

69 thoughts on “Pas de deux…

  1. Buongiorno cara Patrizia… questa foto poi con la eborazione grafica sarebbe perfetto per la favola il brutto anatroccolo😀
    Mi piace😉 ti auguro una serena giornata Pif

    • Bearbeitete Foto lieber Klaus, ich kann nicht malen. Ich wusste gut genug, um mit Bleistift zeichnen, aber mit den Farben war ich nur Schwierigkeiten
      Ich wünsche Ihnen einen ruhigen Nachmittag
      Ciao, Pat

  2. Fin qui sono perfette, sull’arabesque potrebbero avere difficoltà. Difficoltà che tu non conosci perchè in un modo o in un altro è sempre delizioso il risultato che riesci ad ottenere. E’ un’elaborazione proprio intrigante questa! Applaudo. 🙂

    • ahahha chissà come lo avrebbero affrontato l’arabesque
      Oddio, io di difficoltà ne ho tante, infatti questa era una foto venuta alquanto maluccio e solo pasticciandola sono riuscita a farmela piacere
      Grazie per l’applauso Carla🙂

  3. Non mi sono particolarmente simpatiche; il mio vicino le ha. E ogni volta che gli passo accanto sembra vogliano sbranarmi 😆
    Per fortuna sono ancora intero.
    Un sorriso per la giornata.
    ^____^

    • Nessuna oca ha resistito al mio acchiappo, mi organizzo e vengo. E poi se sono capitoline devono capitolare: è matematico.Le galline per il momento le risparmio, fa ancora caldo per il brodo. 😆
      Ops…. una gentil Signora ha scritto “crudeli”! Dev’essere proprio vegetariana a giudicare dal colore dell’avatar 😆

    • @Aurelio: guarda che le capitoline non capitolano così facilmente, siamo oche se… ehm volevo dire gente seria noi!

      Per quanto riguarda il colore del mio avatar suscita un sacco di commenti, va a finire che me lo terrò stretto per questo (e comunque, scherzi a parte, non sono vegetariana, ma tendente ad esserlo sì).

    • Al tempo dei barbari gli strepitii delle oche salvarono Roma.
      La storia è passata, Roma è salva, i barbari sconfitti… le oche vadano nel tegame. A ognuno il suo.
      Vegetariana tendente ad esserlo? Questa denominazione fa paura!
      E’ come dire donna tendente ad esserlo. Insicurezza sul proprio “io” . Sono capitolate pure le certezze. Mettiamo tutto al tegame con le oche e al “rogo” cioè volevo dire… al fuoco! 😆

    • @Aurelio, niente di personale, anche perché tutto mi si può dire fuorché che appartenga alla categoria “oche” (però ammetto che strepito, altroché se strepito! :mrgreen: ), ma non ti pare un tantino ingrato mettere le salvatrici di Roma nel tegame?

      Per l’osservazione sul “tendente” mi hai fatto sorridere, mi hai fatto ricordare di un tizio che raccontava che lui alla moglie era “tendenzialmente” fedele 😯

      Però sì, tendo ad essere vegetariana. Non è una scelta integralista, limito fortemente il consumo di carne, ma qui andremmo off topic (magari, quando la nostra Pat ci fotograferò una bella grigliata, riprenderemo il discorso).

  4. @ Gelsobianco
    Sono io che ringrazio di cuore te. Ciao, Pat🙂

    @ Arthur
    Non sono oche capitoline, sono le oche di Silvano e basta hihih

    @ Aurelio
    Vorrei proprio vederti mentre corri dietro alle oche per farle capitolare e poi metterle in pentola…😆

    @ Diemme
    Non è che l’avatar rappresenta Hulk al femminile???😆

    • Quando vidi Hulk al cinema (dovrebbe essere l’ultimo film uscito, e comunque parecchi anni fa), m’identificai molto in quell’uomo davvero di nobilissimi principi, che si faceva in quattro per il prossimo ma… attenti a non farlo arrabbiare!

      Ricordi l’ultima scena? Lui era in una missione, a lavorare per gli indigeni. Venne una bandaccia per rubare i medicinali, lui li pregò di non farlo. Loro non desistettero, e si presero anche gioco di lui, un innocente, innocuo e indifeso missionario…

      Beh, non era indifeso e neanche innocuo :mrgreen:

    • Beh, sì, in effetti è meglio non farmi arrabbiare… io sono generalmente tollerante, non mi arrabbio per sciocchezze, mi metto sempre nei panni dell’altro, giustifico e comprendo ma… se poi uno alla fine insiste a farmi arrabbiare, non c’è angolo dell’universo in cui si possa andare a nascondere, e soprattutto, mal per lui, non mi passa più!!!

      Eh sì, l’avatar è proprio azzeccato! 😀

  5. Io controllo nel tegame la cottura che deve essere molto lenta altrimenti la carne resta stopposa! 💡
    Pat …. sai qual’è il segreto per acchiappare le oche? Pestargli i piedi! 🙂

    • Ma povere ochette, ma che t’hanno fatto? Mi facevano notare, tanti anni fa, di che cattivo gusto fosse la pubblicità del galletto amburghese, che prima lo facevano vedere tutto felice con la sua famiglia e poi bello cotto rosolato al forno: ma, d’altra parte, stiamo parlando di macellai, mica di filosofi!

      Pestargli i piedi? Magari se le oche sono furbe – o superiori all’umana specie – potrebbero semplicemente ignorare il pestatore: hai presente come disse il Divino Vate “Non ragioniam di loro ma guarda e passa”?

      Perché sai, disse “Non ragioniam”, non disse “Non ti curar”….

    • Di loro le ochette non mi hanno fatto proprio nulla ma io sto organizzando un super matrimonio e devo sperimentare il menu. Piuttosto tutto il suo verde mi rammenta di aggiungere un pò di rosmarino al mio bell’arrostino! Non me ne voglia per l’accostamento!🙂
      Il Divino Vate, il Sommo scrisse pure: “la bocca sollevò dal fiero pasto….” le dirò ….più che al Conte Ugolino immaginava il sottoscritto che gustava l’ochetta! Me lo ha confessato Dante in sogno, tra toscanacci…..
      E’ difficile che le oche ignorino il pestatore proprio perchè “oche” lo vanno a stuzzicare! 🙂

    • Ah, già, il tuo matrimonio! Se me la prendo per l’accostamento col rosmarino? Certo che no, mi fa piacere, in un modo o nell’altro, far parte del banchetto nuziale, sia pure sotto forma di rosmarino (o associazione d’idee allo stesso).

      Ah, il Conte Ugolino, uno dei passi più belli della Divina Commedia, ma anche tra i più tristi, e oggi dobbiamo mantenere lo spirito allegro per la nostra Pat, altrimenti mi s’avvilisce! (Ma un patè vegetale no?😉 )

  6. Madame ha deciso di farmi bruciare l’arrostino? Dunque… devo continuamente aggiungere un mestolo di brodo alternato al vino bianco e pure qualche chiodo di garofano, il rosmarino grazie a Lei l’ho messo, triturato a dovere anch’esso.
    Ci saranno anche i vegetali, si capisce, come contorno alla stessa ochetta. Pisellini in abbondanza, in purea e carotine alla julienne. Alla mia ochetta, non faccio mancare nulla, anche se ormai è stesa, stecchita per l’altare.
    Sono di Grosseto per servirLa, quindi Toscana. Non navigo molto in rete piuttosto….dove mi ha letto?
    Scusi se le presto poco orecchio ma sfrizzola il mio arrosto, non me ne voglia, anzi mi capisca!

    • Gentile Aurelio, io sono per la par condicio quindi, bieca minaccia, o mi dà del tu oppure le darò anch’io del lei: se voglio farLe bruciare l’arrostino? Quello d’oca? Certo che sì, così impara a mettere al forno Adelina e Guendalina bla bla, gliel’ho detto che non si fa!😛

      Dunque, se non naviga molto in rete, certamente l’avrò letta nel poco che naviga (di cui nulla mi sfugge, sono o non sono un cecchino? ).

      So bene che Grosseto è in Toscana, esattamente a 180 km da Roma. Ho vissuto nei paraggi svariati anni, e a tutt’oggi ho molti amici grossetani. Se è mio coetaneo, caro Aurelio, potremmo persino aver giocato insieme nei tempi spensierati dell’adolescenza, se l’immagina che carrambata?

      Comunque, se l’arrosto sfrizzola, se attacca e brucia, può sempre azzittire la pancia con tutto quelle belle verdurine di contorno e legumini che ha testé elencato: pisellini in abbondanza, in purea e carotine alla julienne, pranzetto davvero succulento! 😀

    • Ammappate ‘ste due ochette che dialogo che hanno fatto nascere…

      Aureliuccio caro, non pestare i piedini alle oche, va bene tutto ma non esageriamo…🙂

    • Gentile Diemme l’arrosto ormai è cotto, nulla si può più se non una prece magari con benedizione, agitando il rosmarino.
      In rete sono abitudinario: ho un fido blog e tanti amici intorno.
      A Grosseto ho vissuto da bambino e non ricordo nessuna col tuo nome.
      ciao “cecchino”, spero spari a “salve”
      lieta sera
      aurelio 🙂

      Mi scuso con Patrizia e per questa insolita invasione di campo ma sono sicura che per Ventolino e Mirko sia disposta a chiudere un occhio, anzi …due! 😆

    • Caro Aurelio, è improbabile che tu non abbia conosciuto nessuna col mio nome, che ai miei tempi era un nome così diffuso, ma così diffuso, che in ogni classe non ce ne erano mai meno di tre (comunque, io parlo dei miei tempi, ignoro quali siano i tuoi).

      Anch’io sono un’abitudinaria, ma di fidi blog ne ho tanti, oltre chiaramente ai miei, e pure degli amici non mi posso davvero lamentare, sia virtuali sia reali (una ricchezza assoluta, mi ritengo davvero una donna fortunata).

      Sparo a salve? Se voglio sparare a salve sì (ma in genere, per la verità, non voglio sparare affatto, – men che meno alle oche😛 ), se poi proprio mi costringono… beh, sì, ammetto che meno duro :mrgreen:

    • E a questo punto direi che le oche hanno già preso il largo e sono fuggite ahahahha
      Aurelioooooooooo, mi sa che devi inventarti un’altro menù per il matrimonio😉

    • E infatti io ho armato tutta questa cagnara per dar modo alle due povere ochette di dileguarsi!😆

      Ma quelle che Aurelio aveva già in forno, da dove provenivano?

  7. Hallo du wirst es kaum glauben hier scheint heute mal dié Sonne und das am Novemgermontag ,einfach schön sei ganz lieb gegrüsst und hoffe die Sonne möge bei dir auch scheinen,sei ganz lieb gegrüsst Klaus

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...